Quando si tratta di donare per cause, perché i poveri generalmente donano più dei ricchi?

La ricerca secondo cui “i poveri generalmente donano più dei ricchi” non sembra essere vera. Vedi le statistiche sulla generosità degli Stati Uniti | L’Almanacco della filantropia americana | La tavola rotonda della filantropia

“Un modello interessante emerge se si studiano le donazioni per livello di reddito. Mentre i redditi aumentano, sempre più persone in quella fascia fanno regali in beneficenza. Anche le dimensioni dei loro doni tendono ad aumentare. Tuttavia: se consideri le donazioni medie come una frazione dei fondi disponibili, tendono a stabilizzarsi intorno al 2-3 percento delle entrate.

L’eccezione a questo modello si trova nella parte inferiore dello spettro di reddito. Le famiglie a basso reddito sono le uniche in America dove la maggioranza non dà soldi in beneficenza. Tra le minoranze di poveri che danno, tuttavia, un numero significativo sono i donatori sacrificali, che condividono porzioni a due cifre del proprio reddito.

Questi donatori sacrificali generalmente rientrano in due categorie. Molti sono religiosi, che decimano o danno generosamente anche quando hanno mezzi modesti. Altri sono persone anziane che hanno modesti guadagni annuali ma che sono in grado di dare perché hanno risparmi o case pagate e altri beni che li inclinano alla generosità ”.

Poiché l’assunto è falso, la domanda è senza risposta.